wedding

Incontri Creativi #3: Gabriella, Yoliah Spose

By 12 Febbraio 2019 No Comments

Gabriella ha una personalità coinvolgente e creativa, forte e dinamica. Mi ha accolto con calore nel suo bellissimo atelier di abiti da sposa e abbiamo chiacchierato di fronte ad un ottimo caffè. E’ generosa e ha un bagaglio speciale di storie ed esperienze che rendono ancora più affascinante e coinvolgente la sua persona e il suo mondo.
E’ un’esploratrice, viaggia di continuo per ricercare nuove collezioni e proposte originali per le sue spose, mai scontate e banali.
I suoi abiti hanno carattere, luccicano, sono creati in varie parti del mondo con tessuti incredibili, hanno un sapore vintage e una leggerezza rara.
Il suo atelier racconta di lei e della sua storia, è avvolto dalla sua profonda energia che vi accompagnerà dopo averla incontrata.

Mi racconteresti in breve la tua storia?Come nato il tuo progetto e perchè hai scelto il mondo del matrimonio?
Ho aperto il mio atelier seguendo il sogno di una notte, fatto più di 20 anni fa, dove un ragazzo bellissimo mi spiegò per filo e per segno cosa avrei dovuto fare per essere felice.
A lui è dedicato tutto il mio lavoro, l’atmosfera di serenità e risate che si respira, mescolato all’aroma di caffè.
YOLIAH, è il nome dell’ Angelo Custode. Lui ed io siamo inscindibili.

Viene con me quando viaggio per mezzo mondo alla ricerca di nuovi mood da trasformare in sogni realizzati. Mi sorride quando chiacchiero e rido  davanti ai caffè con le spose e mi redarguisce quando sfodero la mia proverbiale schiettezza e sincerità.
Mi accompagna nel mio essere altrettanto schiva e pacatamente solitaria appena le luci si spengono.
La nostra missione è quella di trovare collezioni dal gusto deliziosamente retrò, realizzate con pizzi e tessuti di altissimo livello, ispirate al vintage, agli anni stupendi di inizio secolo scorso preziosi ed eleganti. E di fare in modo che queste collezioni siano accessibili nel costo e nel servizio a tutte le spose.

Un libro bello e significativo che ti ha cambiato la vita?
Il libro sicuramente Favole al telefono  di Gianni Rodari, regalato i con dedica da Romano Battaglia quando ero piccola, cade a pezzi ma è gelosamente custodito❤️

Tre profili instagram da seguire
@agnesesognasempre

@lebianchemargherite
@matrimoni_all_italiana

Spesso si dice che il “lavoro” che immaginiamo da bambini contenga parte del nostro futuro. Che cosa sognavi di diventare da bambina?
Da bambina sognavo di avere il privilegio di poter essere me stessa, non in un lavoro specifico, ma di brillare qualsiasi cosa avessi fatto.

Così è stato ed è tutt’ora. Sono in proprio per la quarta volta, in 4 settori completamente differenti che mi hanno portato tutti enormi soddisfazioni: turismo, moda, edilizia.
Ora mi dedico alla sposa, e il progetto è lanciare sempre nuovi mood.