fbpx
Image Alt

Postcard from Italy Wedding

  /  art   /  La magia della Cianotipia

Mi piace molto incontrare e raccontare le storie di altre splendide professioniste e artigiane ma oggi vorrei raccontarvi qualcosa in più su di me, attraverso una mia passione: la Cianotipia.
La cianotipia è una tecnica di stampa fotografica nata nel 1842 e si distingue per il tipico colore Blu (da qui il nome che deriva dal greco antico kyanos, “blu”), precisamente il Blu di Prussia.
Mi sono avvicinata a questa tecnica sperimentandola in un workshop e riscoprendo alcune gestualità e atmosfere che avevo appreso negli anni accademici in cui stampavo in camera oscura. La meraviglia del poter assistere alla nascita dell’immagine è un’epifania stupenda di cui non posso fare a meno. E così dal 2017 ho ripreso a stampare con continuità, creando alcune serie stampate e condividendo attraverso dei corsi queste magie blu.

Ma in cosa consiste esattamente la Cianotipia e come si realizza?
E’ una stampa a contatto, cioè il negativo viene appoggiato a contatto diretto con la carta trattata con sali chimici ed esposta alla luce solare. I raggi uv creano una reazione chimica e permettono all’immagine di nascere. E’ possibile creare bellissime cianotipie anche senza dei negativi, utilizzando composizioni di elementi (fogli, pizzi, oggetti quotidiani…) che lasceranno la loro impronta sulla carta sensibilizzata.
Vi assicuro che la procedura è molto più semplice a farsi che a dirsi e che attraverso la pratica in tempi brevi si ottengono ottimi risultati!
I materiali necessari:

  • Ferrico Ammonio Citrato verde
  •  Potassio Ferricianuro rosso
  • Acqua distillata
  • Negativo stampato con una densità ottimale.
  • Carta
  • Torchietto o cornice per provini a contatto o in alternativa una vecchia cornice di un quadro per tenere pressato il negativo sulla carta.
  • Bacinelle per lavaggio e eventuali viraggi.
  • Pennello senza parti metalliche

Per comprendere meglio i vari step ecco in breve le varie fasi del processo:

1. Preparazione dei chimici
Diluire il Ferrico Ammonio Citrato con acqua distillata e mescolare.
Diluire il Potassio Ferricianuro  con acqua distillata e mescolare
Unire le due soluzioni ottenute con un rapporto 1:1 (ovvero 50% e 50% delle rispettive soluzioni) si otterrà la soluzione di lavoro sensibilizzante.
La soluzione ora ottenuta è sensibile alla luce ultravioletta quindi tutta la procedura di preparazione della carta verrà eseguita con un illuminazione moderata della stanza (usare una lampadina da 25 watt).

2. Rivestimento della carta
Affinché la carta non si incurvi deve essere fissata ( ad esempio con dei pesi o scotch carta) ad una base rigida di cartone.
Applicare quindi la soluzione uniformemente sulla carta con un pennello e aspettare l’asciugatura.

3. Esposizione
La carta deve essere esposta ai raggi uv ( luce solare) con il metodo del contatto diretto. Ciò significa che il negativo deve essere posizionato direttamente sulla carta fotosensibile e bloccato. La durata dell’esposizione dipende dall’intensità, dalla sensibilità dello strato di soluzione applicata e dalla densità del negativo.

4. Sviluppo e fissaggio
L’immagine viene sviluppata e fissata sotto l’acqua corrente. La stampa deve essere sciacquata a lungo fino a che lo strato giallo non impressionato si dissolvi nelle parti bianche dell’immagine.

La bellezza e la forza di queste stampe è che chi le osserva non sa esattamente di cosa si tratta, sono degli ibridi tra pittura, stampa e fotografia. Sono delle magie che nascono con il Sole e che permettono di spaziare e sperimentare la propria creatività senza confini.
La meraviglia è che ogni pezzo pur partendo dallo stesso negativo è unico! La resa dipende da molteplici fattori come la quantità di soluzione stesa sulla carta, la tipologia di carta, la densità del negativo e la durata dell’esposizione ai raggi UV. Pur avendo stampato centinaio di immagini in Cianotipia vi garantisco che l’effetto sorpresa è sempre emozionante!
Se vi ho incuriosito un pochino e volete sperimentare insieme questa tecnica terrò due workshop a Maggio: il 5 Maggio a Monza da Spazio Supernova e il 26 Maggio da Lascia la scia. Non serve nessuna abilità artistica o chimica, solo la voglia di sperimentare insieme. Io non vedo l’ora di vedere un po’ di meraviglia nei vostri occhi!